Il caffè è buono o no per il tipo 2?

By: Jolie Wiener

settembre 29, 2020

È la Giornata internazionale del caffè e ottenere una dose di caffeina dal caffè è un rituale quotidiano per molti di noi. Ogni giorno, infatti, nel mondo vengono consumate 2,25 miliardi di tazze di caffè! Potresti aver sentito che bere una tazza di caffè o un po 'di caffeina può avere un impatto sullo zucchero nel sangue. Ma come? E quelli con il tipo 2 dovrebbero bere caffè regolarmente o no? Per molti anni, gli esperti di salute hanno studiato l'impatto della caffeina nel caffè sui livelli di zucchero nel sangue. Una cosa di cui essere consapevoli (anche se potrebbe essere ovvio) è che non tutto il caffè è uguale. Ciò che si mette nel caffè può cambiare le regole del gioco con il modo in cui influisce su peso, metabolismo, cellule adipose e insulina. Se si aggiunge molta panna, latte, grassi del latte e zucchero al caffè con caffeina, può creare dipendenza e persino contribuire all'aumento di peso, all'obesità e ai drammatici sbalzi dei livelli di zucchero nel sangue. Quindi è possibile gustare il caffè in modo sano? E in che modo influisce sulla risposta insulinica del corpo? Il caffè è una fonte di caffeina naturale, che può andare bene se consumato con moderazione senza aggiunta di grassi del latte, zucchero o carboidrati. Per molto tempo le persone hanno pensato che ci fosse un legame tra il caffè e il tipo 2. Diversi studi recenti suggeriscono in realtà che coloro che bevono regolarmente caffè hanno una probabilità significativamente inferiore di sviluppare il tipo 2. Tuttavia, altri studi mostrano che quelli con il tipo 2 hanno problemi a controllare i livelli di zucchero nel sangue se bevono grandi quantità di caffè. Ciò che è importante qui è essere consapevoli di come la caffeina influenza l'insulina e l'adrenalina, l'ormone "lotta o fuggi". Naturalmente, tutto si riduce all'insulina quando si parla di zucchero nel sangue. Uno studio pubblicato dal Journal Of Diabetes Care ha dimostrato la risposta dell'insulina del corpo alla caffeina. Un gruppo di test che ha consumato caffè ha avuto una diminuzione della sensibilità all'insulina di circa il 15%. Hanno anche scoperto che c'era un aumento di 5 volte dell'adrenalina e un aumento della capacità del corpo di bruciare i grassi. Poiché il caffè provoca un picco significativo di adrenalina, il corpo ha bisogno di energia rapidamente, motivo per cui lo zucchero nel sangue aumenta a seguito del consumo di caffè. Hai mai sentito un picco di energia dopo aver bevuto il caffè? La caffeina nel caffè mobilita il grasso e rilascia glucosio in modo che il corpo possa bruciarlo velocemente. Questo può aumentare lo zucchero nel sangue, senza un aumento dell'insulina, quindi il corpo è costretto a bruciare glucosio. Il caffè aumenta l'adrenalina, diminuisce la sensibilità e i livelli di insulina, innesca il glucagone che attiva la mobilizzazione degli acidi grassi liberi e il rilascio di glucosio. Altri studi mostrano che la caffeina innesca a risposta temporanea alla resistenza all'insulina. In generale, quando i livelli di insulina sono alti, causa problemi di peso. La chiave da ricordare qui è che la caffeina causa una resistenza temporanea all'insulina. La caffeina non influisce sull'insulina, ma impedisce che l'insulina si leghi ai recettori. Qual è il momento ottimale per i tipi 2 di bere il caffè? Quando i livelli di insulina sono al minimo. Come accennato in precedenza, se il caffè con caffeina viene consumato quando i livelli di insulina sono bassi, può portare a una risposta bruciagrassi da parte del corpo. Molti esperti consigliano di bere il caffè come prima cosa al mattino, prima o durante un allenamento. Gli esperti raccomandano vivamente anche a chi ha il tipo 2 di non consumare caffè con carboidrati. Se qualcuno con il tipo 2 ha appena mangiato pasta, pizza o qualsiasi altro pasto ricco di carboidrati, i livelli di glucosio sono già elevati. Quindi, se il caffè viene consumato, innesca l'adrenalina e fa sì che il corpo rilasci ancora più glucosio. Essenzialmente aumentando la glicemia alta. Quindi, per quelli con il tipo 2, fai attenzione a cosa e quando stai mangiando se la caffeina è nella foto. Ricorda anche che ognuno è diverso. Per alcuni la caffeina può far sì che alcuni abbiano una minore capacità di controllare lo zucchero nel sangue, e altri potrebbero beneficiare delle proprietà del caffè che possono aiutare a controllare il diabete, ma non è caffeina. 1 tazza di caffè al giorno può far parte di una sana routine quotidiana per chi non ha problemi di sonno e digestione. Ma per favore, fai attenzione a non gettare un po 'di zucchero e panna. Considera l'idea di usare cocco non zuccherato o latte di mandorle e la stevia come dolcificante. Quindi non ci sono zuccheri o grassi aggiunti che mettono quelli con il tipo 2 a rischio di aumentare di peso o di eliminare i livelli di glucosio. Infine, ci sono alternative come il tè verde o il tè verde matcha che sono naturalmente bevande contenenti caffeina che contengono proprietà che possono aiutare nella gestione del peso. Tutto sommato è importante essere consapevoli di ciò che mettiamo nel nostro corpo e quali sono le loro implicazioni. Quindi goditi la Giornata internazionale del caffè e continua a rimanere informato su ottimi modi per gestire il tipo 2.

Il CuraLife
Newsletter

Ottieni uno sconto del 5% sul tuo prossimo ordine quando ti registri oggi per gli ultimi consigli, ricerche e offerte esclusive

Grazie per l'adesione!

Sono d'accordo con CuraLife Condizioni d'uso e politica sulla riservatezza e desideri ricevere la newsletter