Scopri statistiche sorprendenti sul diabete in America

By: Jolie Wiener

marzo 05, 2020

La prevalenza del diabete è sbalorditiva. Il diabete è oggi una delle malattie a digiuno in America e in tutto il mondo. Il Centro per il controllo delle malattie indica che il numero di americani che vivono con il diabete è ora di oltre 30 milioni, o il 9,4% dell'intera popolazione degli Stati Uniti. Di questo, a circa il 95% è stato diagnosticato il tipo 2. Il diabete di tipo 1 rappresenta circa il 5% di tutti i casi diagnosticati, colpendo circa 1,5 milioni di persone negli Stati Uniti. Inoltre, circa 7,2 milioni di persone hanno il diabete ma non sono ancora state diagnosticate.

Diabete di tipo 1 e diabete di tipo 2: qual è la differenza?

Quelli con diabete di tipo 1 non hanno la capacità di produrre insulina perché il corpo distrugge le cellule del pancreas responsabili della secrezione di insulina, un ormone di cui il tuo corpo ha bisogno per utilizzare il glucosio come energia. Quando il corpo non è in grado di elaborare il glucosio dal cibo, il glucosio non è in grado di penetrare nelle cellule, lasciandone troppo nel flusso sanguigno. Livelli elevati di glucosio nel sangue possono avere molti effetti collaterali negativicompresi sbalzi di energia, umore, fame e sete eccessiva. Il diabete di tipo 1 era precedentemente noto come diabete giovanile perché molti nascono con la malattia o la sviluppano in gioventù. Spesso la genetica gioca un ruolo importante nella diagnosi di tipo 1. Si ritiene che la storia familiare sia un fattore importante in quanto diversi geni sono stati collegati alla condizione e la maggior parte viene diagnosticata prima dei 30 anni. Anche la razza può essere un fattore., il diabete è più comune nei caucasici. Oltre agli 1,5 milioni di americani che convivono con il diabete di tipo 1, ogni anno vengono diagnosticate altre 40,00 persone. Sebbene i sintomi e le tecniche per gestire il diabete di tipo 1 e di tipo 2 siano simili, ci sono condizioni molto diverse. I diabetici di tipo 2 sono resistenti all'insulina. Le cellule del corpo semplicemente non possono rispondere all'insulina come dovrebbero. Se il corpo non utilizza in modo efficiente l'insulina, il glucosio si accumula nel flusso sanguigno. Ci sono molti fattori che possono contribuire allo sviluppo del diabete di tipo 2. In generale, uno stile di vita sedentario, una cattiva alimentazione, la genetica, il peso extra e lo stress sono i maggiori fattori che contribuiscono. Anche i geni possono svolgere un ruolo e alcune ricerche indicano che alcuni gruppi etnici tra cui afroamericani, nativi americani, asiatici, ispanici americani e isolani del Pacifico hanno una maggiore probabilità di sviluppare la malattia. In precedenza, gli adulti di età pari o superiore a 45 anni avevano maggiori probabilità di sviluppare la malattia. Nuova ricerca dal Mayo Clinic suggerisce che il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 aumenta con l'avanzare dell'età e il rischio aumenta drasticamente dopo i 45 anni. Oggigiorno vengono diagnosticati sempre più giovani adulti e adolescenti.

L'importanza vitale della gestione del diabete

Sfortunatamente, il diabete può essere una malattia mortale se non adeguatamente gestito. Prestando molta attenzione ai livelli di zucchero, sintomi e le scelte di vita quotidiane sono vitali. Il CHI stime nel 2016 di circa 1,6 milioni di decessi sono stati direttamente il risultato del diabete, con altri 2,2 milioni di decessi attribuiti a livelli elevati di glucosio nel sangue. Nel 2017, il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie stima che il diabete sia stata la settima causa di morte negli Stati Uniti. Sia a livello globale che negli Stati Uniti, non solo il numero di diagnosi di diabete è in aumento, ma anche il costo della gestione della malattia. La spesa medica media di chi soffre di diabete è circa 2,3 volte superiore a quella di chi ne è privo. La spesa media annuale è stimata in oltre $ 8.000 all'anno! Fortunatamente, ci sono modi per contenere i costi, specialmente per quelli con diabete di tipo 2. Quelli con diabete di tipo 1 devono ricevere insulina per iniezione o una pompa per gestire la malattia, mentre le persone con tipo 2 possono aiutare a stabilizzare i livelli di zucchero mangiando sano, svolgere un'attività fisica regolare, perdere peso in eccesso e assumere farmaci. Molte prescrizioni come metformina e le iniezioni di insulina sono note per essere efficaci, ma a volte sono costose e possono causare numerosi effetti collaterali negativi.

Il CuraLife
Newsletter

Ottieni uno sconto del 5% sul tuo prossimo ordine quando ti registri oggi per gli ultimi consigli, ricerche e offerte esclusive

Grazie per l'adesione!

Sono d'accordo con CuraLife Condizioni d'uso e politica sulla riservatezza e desideri ricevere la newsletter